Guida all’attrezzatura da trekking: cosa acquistare?

trekking con amici

Il trekking non è un’attività semplice poiché si ha a che fare con la natura e la sua imprevedibilità.
Perciò, è indispensabile dotarvi di un equipaggiamento completo e di ottima qualità per garantirvi la massima sicurezza. Anche l’abbigliamento svolge un ruolo chiave per la buona riuscita di un’escursione. In generale, prediligete l’abbigliamento sportivo, in particolare quello tecnico specifico per le attività outdoor.

Quale attrezzatura scegliere per il trekking comodo e sicuro?

Purtroppo, non è raro che ci siano ancora delle persone, soprattutto quelle inesperte, che decidono di approcciarsi all’escursionismo sprovviste sia dell’abbigliamento adatto che degli accessori che completano l’attrezzatura per il trekking. Se siete alle prime armi e vi state preparando alla vostra primissima escursione in montagna, questa guida all’acquisto dell’attrezzatura farà sicuramente al caso vostro.

Le scarpe da trekking

Le scarpe sono indubbiamente l’accessorio più importante di tutta l’attrezzatura da trekking poiché la maggior parte degli incidenti durante le escursioni avvengono a causa di un paio di scarpe non adatto. La scelta deve essere fatta tenendo in considerazione il percorso, il clima e la durata delle escursioni. Per il clima invernale sono più consone quelle rigide con una fasciatura per le caviglie e dotate di isolamento termico.

Invece, quelle adatte ai climi estivi devono essere leggere e traspiranti e devono avere una struttura bassa per garantire una maggiore libertà di movimento. Nonostante ciò, la suola deve comunque in grado di attutire gli urti di suoli rocciosi. Per trovare il giusto paio adatto alle vostre esigenze vi consigliamo la nostra guida su come scegliere una scarpa da trekking.

I calzini e le calzamaglie

I calzini perfetti per essere abbinati agli scarponcini devono essere di lana o di microfibra poiché sono capaci di ridurre l’attrito. Le migliori sono quelle rinforzate sia sulla punta che sui talloni per attutire la pressione.
Se avete programmato la vostra escursione durante la stagione invernale, avrete bisogno anche di una calzamaglia termica.

I pantaloni da trekking

Il modello di pantaloni da trekking da preferire è quello convertibile: in un solo gesto potrete accorciare o allungare i pantaloni in base alle vostre necessità. Oltre alla convertibilità, ci sono altri fattori da considerare durante la scelta dei pantaloni:

  • la termoregolazione: il pantalone deve garantire un perfetto isolamento termico per proteggergi dalle escurioni termiche che si possono verificare durante l’arco della giornata.
  • la traspirabilità: durante una camminata è perfettamente normale sudare, ragion per cui dovete fare in modo che il pantalone permetta alla vostra pelle di respirare;
  • l’impermeabilità: assicuratevi che il tessuto sia impermeabile per proteggervi dall’umidità e dalla pioggia.

Intimo per il trekking

L’intimo costituisce lo strato base del vostro abbigliamento. Evitate accuratamente di indossare intimo di cotone in quanto trattiene il sudore e impedisce alla pelle di traspirare. Prediligete tessuti sintetici che non trattengono l’umidità e si asciugano rapidamente. Non preoccupatevi dei cattivi odori: oggi le aziende che si occupano della produzione di intimo tecnico sottopongono gli indumenti a trattamenti antibatterici e antiodore.

Le magliette

Il primo indumento che naturalmente ci viene in mente subito dopo l’intimo sono le magliette. Sceglietene una di tessuto traspirante per evitare di restare sudati troppo a lungo. Se avete scelto il periodo invernale per le vostre escursioni, prendere una maglietta termica in grado di mantenere costante la vostra temperatura corporea.

Le felpe o il pile

Lo strato termico dell’abbigliamento di un escursionista è caratterizzato dal pile. Un indumento di pile è composto da fibre di poliestere capaci di isolare termicamente il corpo. Un’altra caratteristica delle fibre del pile è che sono particolarmente idrofughe. Ciò significa che, in caso di pioggia, il pile non si spugna, non aumenta di volume e mantiene la sua funzione termoregolatrice. L’unico difetto del pile è la poca resistenza al vento. Nonostante ciò, negli ultimi anni diverse aziende si sono specializzate nella produzione del pile elasticizzato in grado di proteggere discretamente dal freddo.

La giacca

La giacca è lo strato più esterno del vostro abbigliamento a “cipolla” e vi garantisce la protezione ottimale dalla pioggia e dal forte vento. Naturalmente è di estrema importanza acquistarne una traspirante e impermeabile. Il cappuccio deve essere rigorosamente incorporato e deve garantivi la massima protezione sia dalla pioggia che scende dall’alto, ma anche da quella che arriva orizzontalmente e da sotto a causa del vento.

Idealmente, la giacca deve avere massimo quattro tasche, di cui due più ampie per proteggere le mani e altre due più piccole per riporre dei piccoli oggetti. Una volta trovato il modello giusto per voi, ricordate di comprarla di una o due taglie più grandi in quanto sicuramente la userete sopra altri capi.

Lo zaino ideale

Un altro strumento essenziale per gli escursionisti è lo zaino. La sua capienza dipende naturalmente dipende dalla durata della vostra escursione. Il modello perfetto per il trekking deve essere dotato di ventilazione sulla parte che poggia sulla schiena e cinturino allacciabile sia sulla vita che sul petto per garantire maggiore equilibrio. Nello zaino di un escursionista non può mai mancare:

  • un coltellino svizzero;
  • un navigatore gps;
  • la mappa del sentiero;
  • un binocolo;
  • un fischietto nel caso in cui abbiate bisogno di chiedere aiuto;
  • una torcia per orientarvi al buio;
  • un powerbank per ricaricare il cellulare;
  • una borraccia e alcuni snack;
  • un cambio di indumenti;
  • cappello e guanti di pile;
  • accendino o fiammiferi;
  • gli occhiali da sole da montagna e della protezione solare;
    un kit di pronto soccorso contenente dei farmaci generici, delle salviette igienizzanti e l’occorrente per medicare ferite e/o scottature;
  • telo termico per le emergenze.

Se volete percorrere una via attrezzata ricordate di munirvi di casco protettivo, imbracatura, un cordino da 4 metri, un moschettone da ghiera e due moschettoni da ferrata. Non dimenticate assolutamente di portare con voi i bastoncini da trekking. Vi torneranno utili nelle discese per ammortizzare la pressione e saranno un ottimo alleato per mantenere l’equilibro dei tratti più ripidi.

Give a Comment